Disfunzione erettile: le cause ed i perché della sua insorgenza

ImpotenzaAlla base della salute sessuale di coppia sta sempre la capacità di raggiungere piene e ferree erezioni da parte del maschio.

Il complesso processo dell’erezione ha il suo inizio a livello celebrale, coinvolgendo sia l’aspetto nervoso che quello vascolare. Le molecole presenti all’interno dei neuro trasmettitori, comunicano con le cellule destinatarie dell’impulso, attraverso i circuiti di innesco e disattivazione del processo erettile. La sollecitazione erotica, attraverso l’eccitazione mentale o al contatto sensoriale. Le arterie alla base del pene portano sangue in quantità copiosa all’interno dei corpi cavernosi, mentre un’arteria la porta ai corpi spugnosi presenti all’interno del glande. La pressione determinata dall’afflusso del sangue arterioso e la tonicità della tonaca albuginea che riveste esternamente i corpi interni del pene determinano il grado di rigidità del pene in erezione.

A chiusura dell’elenco dei meccanismi corporei tesi al mantenimento dell’erezione va ricordato il compito delle fibre muscolari lisce presenti nelle valvole e nelle vene della zona genitale, che si contraggono e comprimono non permettendo il deflusso sanguigno per via venosa. La molecola emessa è il biossido e l’ossido di azoto che sono specificamente ideate per attivare l’adenilciclasi, ovvero l’enzima che a seguito di conversione gestisce il delicato equilibrio alla base della gestione della vaso dilatazione.

Come ben evidenziato da questa breve e semplificata esposizione del procedimento erettile, si tratta di tutta una serie di fattori coinvolti e in relazione l’uno con l’altro, per questa ragione è importante comprendere e definire le cause dei problemi della sessualità e potenza, nella specie le cause della disfunzione erettile.

Questo disturbo estremamente diffuso (si parla di più di 8 milioni di uomini solo in Italia) può essere causato da problemi organici e/o psicologici.

Fra le cause organiche vanno annoverate le malattie vascolari (pressione bassa, arteriosclerosi ecc.), diabete mellito (può causare anche problemi di eiaculazione precoce), effetti collaterali di determinati farmaci (spesso si tratta di medicinali per la pressione), squilibri ormonali, cause neurologiche, traumi e gravi problemi alla zona pelvica o del perineo, malattia di Peyronie, Insufficienza venosa. Fra le cause psicologiche vanno annoverate stress ed ansia.

Fra le malattie vascolari va ricordata la già citata arteriosclerosi, definibile come l’irrigidimento o il restringimento delle arterie, ce determina una riduzione della portata del flusso sanguigno, determinante anche uno scarso afflusso di sangue all’interno dei tessuti interni al pene. Si tratta di una patologia strettamente legata all’età ed è la causa maggioritaria di disfunzione erettile coinvolgendo circa il 60% degli uomini over 60 affetti da deficit erettile. Questa può essere provocata dal fumo, ipertensione ed ipercolesterolemia.

Abbiamo poi citato il Diabete, dovuto alla carenza di insulina ed all’errato utilizzo da parte dell’organismo dei livelli di zucchero, che pur essendo alto non viene utilizzato efficientemente dalle cellule corporee. In presenza di questa patologia i vasi di diametro più sottile, riducono la loro portata di sangue e, conseguentemente, l’afflusso sanguigno nel pene si riduce sensibilmente.

Fra i farmaci i cui effetti collaterali incidono sulla capacità di raggiungere l’erezione vanno annoverati quelli per la cura all’ipertensione, per i problemi al sistema cardio vascolare, gli antidepressivi (che agiscono a livello dei neuro trasmettitori), tranquillanti e sedativi (senza contare la possibile efficacia negativa del consumo di Cannabis indica e dei suoi derivati).

Gli squilibri ormonali raramente causano il deficit erettile (si parla di una percentuale inferiore al 5%). La carenza del testosterone o della sua forma attiva il DHT, per essere incisiva sul meccanismo erettile deve essere apprezzabile e può indurre a cali del desiderio sessuale e della ricettività sensoriale rispetto alla sollecitazione erotica.

Le cause neurologiche riguardano lesioni e traumi al midollo spinale ed al tessuto cerebrale, che determinano l’interruzione dei circuiti erettili. Fra queste vanno annoverate i morbi di Parkinson e di Alzheimer, la sclerosi multipla e l’infarto cerebrale.

Traumi alla regione pelvica, con essi vengono intesi dei colpi o delle lesioni subite alla regione lombo sacrale e pelvica che possono indurre lesioni nel midollo e nella zona neuronale pelvica, potendo portare a disfunzione erettile e impotenza anche definitiva.

Passando alle cause di natura psicologica non bisogna dimenticare il senso di colpa, gli stati depressivi, le ansie e le preoccupazioni dei giorni normali. Queste condizioni possono portare ad una spirale involutiva fatta di chiusura ed impossibilità comunicativa, che porta inesorabilmente all’aggravarsi di un deficit erettile temporaneo in un problema definitivo e di difficile risoluzione.

Questo elenco di cause scatenanti la disfunzione erettile ha carattere meramente esemplificativo e non tassativo, non potendo sostituire in alcun modo un approfondita e sincera visita con il proprio medico di fiducia o con uno specialista del settore (sessuologo, andrologo o urologo).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Blue Captcha Image
Refresh

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>