Dormire bene e tanto per avere erezioni portentose

Dormire bene e tanto per avere erezioni portentoseIl riposo è l’architrave per una vita serena e salutare. Allo stesso modo, per quanto riguarda la salute della sfera sessuale, un buona e sana dormita può scongiurare e sconfiggere l’impotenza e disfunzione erettile.

Una recente ricerca condotta e pubblicata dalla blasonata Università di Chicago, ha dimostrato che prolungati periodi di assenza di sonno determinano l’impotenza e disfunzione erettile. Il risultato è rafforzato dal fatto che anche per quel che riguarda giovani maschi di sana e robusta costituzione, una prolungata e cronica carenza di sonno abbia significativamente diminuito i livelli ormonali di testosterone presenti all’interno del sangue. Questa carenza, come è agevole intuire, determina seri problemi per quanto riguarda la formazione dello sperma (solitamente si concreta in un estrema diluizione del contenuto di spermatozoi) e della fertilità del soggetto.

Il campione di questo test non è particolarmente ampio, avendo coinvolto 10 uomini e studenti di età inferiore ai 24 anni. Questi giovani sono stati sottoposti ad un “tour de force” della privazione del sonno, non potendo dormire per più di 5 ore per notte per un periodo di 8 giorni. In questo periodo di tempo, apparentemente irrisorio, la quantità di testosterone contenuta nel sangue del 10-15%.

Lo stress al quale viene sottoposto l’organismo, non dormendo le canoniche 8-9 ore per notte, determina gravi problemi anche nella circolazione sanguigna , con un restringimento dei vasi (dalle arterie ai capillari), e possibili conseguenze negative per la capacità di raggiungere un’erezione piena e duratura.

Fortunatamente, non si tratta di situazioni definitive o irresolubili, dato che l’organismo è in grado di ritrovare il proprio bilanciamento naturale, attraverso l’attività della ghiandola pineale, avendo come risultato il ristabilimento dei valori di testosterone nelle soglie ottimali.

Un altro studio ha verificato come l’apnea del sonno possa influire sulla sessualità maschile. Quando si parla di apnea, si fa riferimento ad una specifica condizione medica, nella quale il procedere naturale del sonno vede succedersi brevi periodi durante i quali si interrompe la respirazione (non più di qualche secondo).

Degli 870 uomini protagonisti del test (la loro età media era di 50 anni, ed il loro indice di massa corporea era superiore al 30, indicante obesità), ben il 63% di essi soffriva di apnea, e queste persone hanno una possibilità doppia di soffrire di disfunzione erettile. Essendo afflitti da apnea del sonno, i soggetti in questione faticavano a raggiungere la fase REM, ovvero l’intervallo di tempo nel quale il sonno è più profondo, nel quale si attiva l’aspetto onirico (i sogni e gli incubi) , durante la quale l’attività sessuale è periodicamente “testata” dal nostro sistema diagnostico corporeo, infatti il pene raggiunge l’erezione completa per diverse volte ad intervalli regolari di 25-30 minuti.

Un altro studio condotto dall’Istituto di Ricerca del New England, ha espresso la relazione esistente fra la durata (poca) del sonno e l’incontinenza.

I risultati degli studi citati mostrano in maniera incontrovertibile come una scarsa quantità e qualità del sonno, possano condizionare in maniera negativa la sfera sessuale di qualsiasi uomo, indipendentemente dalla sua età e dalla sua predisposizione personale (tenendo, ovviamente, presente che l’incidenza di problemi erettili è maggiore negli uomini over 50). Per questa ragione, la regola fondamentale per assicurarsi un’ottima e proficua attività sessuale, è dormire per almeno 8 ore per notte, permettendo all’organismo di rigenerarsi e alla ghiandola pineale di regolarizzare i livelli ormonali del sangue, fra tutti quello fondamentale del testosterone.

Se proprio volete fare l’amore di notte, fate pure – andate e riproducetevi -, ma ricordate di non togliere troppo tempo al meritato riposo, o le vostre prestazioni amorose potrebbero risentirne enormemente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Blue Captcha Image
Refresh

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>